Il bastone della parola: che cos’è e come si può costruire

Nel post precedente vi avevo illustrato 3 elementi grazie ai quali è possibile vivere una bella e divertente lezione di yoga con i bambini stabilendo poche ma chiare regole.
In questo articolo vi parlerò di un altro elemento molto importante per permettere ai bambini di poter esprimere i loro pensieri, le loro osservazioni e riflessioni: il bastone della parola.
Ma non abbiamo inventato nulla di nuovo!
Il rituale è attribuito ai Nativi Americani ma probabilmente ha origini molto più antiche visto che è stato portato in Nord America dai Vichinghi durante le loro esplorazioni e loro lo avranno ereditato sicuramente da qualcuno!
Veniva usato dalle tribù durante le riunioni per permettere a ciascuno di esprimersi sulle questioni importanti che riguardavano la tribù stessa.
All’inizio era il membro più anziano della tribù a tenere in mano il bastone e iniziava la discussione e poi quando aveva finito di parlare porgeva il bastone a chi chiedeva la parola.
Ma ciò che è importante è

che mentre una persona parlava, gli altri stavano rigorosamente zitti e in ascolto, rispettando così il turno di chi stava parlando.
Sarebbe utile avere un bastone della parola anche durante le riunioni di condominio, non vi pare?
Questo rituale è importante perchè insegna non solo ad ascoltare le parole di chi sta parlando, ma anche a rispettare le pause, i silenzi.
Per i Nativi Americani il bastone della parola non era un semplice oggetto, era un qualcosa di sacro che non doveva essere utilizzato per altri scopi men che meno per colpire qualcuno.

Le mie lezioni di yoga con i bambini iniziano e finiscono sempre con un piccolo momento di condivisione. All’inizio perchè ai bambini piace tantissimo raccontare le cose belle ( o anche meno belle) che hanno vissuto durante la settimana e alla fine perchè voglio che abbiano la possibilità di esternare ciò che hanno vissuto durante la lezione.
Allora il bastone della parola diventa davvero utile per “moderare” la condivisione.

Scrive Clemi Tedeschi nel libro “Piccolo Yoga

In classe per stabilire un certo ordine si usa l’espediente di alzare la mano ma, nello spazio yoga, si può usare qualcosa di più affascinante. Mi riferisco al Bastone della Parola, il Talking Stick. Si tratta di un metodo ereditato dai nativi americani: chi ha in mano il bastone ha il diritto di parola e si esprime di fronte agli altri, senza fretta, in sicurezza, nel rispetto e nell’accoglienza di ciò che viene detto. Il bastone passa di mano in mano a tutti i partecipanti disposti in cerchio che sono liberi di esprimersi o di passare al compagno.
E’ un metodo molto apprezzato dai bambini, conferisce al momento del dialogo una valenza rituale, riflette il profondo senso della condivisione e produce, con semplicità, l’apertura verso un’altra cultura. Si può usare un pezzo di legno qualunque: sarebbe meglio coinvolgere i bambini nella ricerca e decorazione dell’oggetto, per caricarlo di valore simbolico e stimolare la loro creatività“.

Come si costruisce il Bastone della Parola

Per costruire un Bastone della Parola può essere utilizzato un pezzo di legno che poi andremo a decorare come più ci piace.

Se non troviamo un pezzo di legno o non abbiamo la possibilità di trovarlo ( tipo in questi settimane che siamo chiusi in casa e non possiamo purtroppo passeggiare per i boschi o per i parchi) possiamo dare libero sfogo alla creatività e utilizzare ciò che abbiamo.

Infatti per il primo bastone della parola che ho realizzato per i miei piccoli yogin ho utilizzato il tubo di una famosa marca di patatine e l’ho ricoperto con stoffe e fiorellini ritagliati nel panno lenci…

L’estate scorsa in collina ho poi trovato un pezzo di legno che faceva al caso mio. L’ho levigato per bene per togliere la corteccia un po’ appuntita e mi sono poi divertita a decorarlo con  stoffe, cordini, perline e piume colorate ( in effetti questo mi ricorda molto di più quello dei Nativi Americani!)…

Termino condividendo una poesia che ho trovato sul bellissimo sito www.eticamente.net

Bastone della parola, Guardiano dell’onestà, Che misuri l’integrità

Bastone della parola, insegnaci ad ascoltare e a dire la nostra verità comunicando dal cuore

Quando ti  ascolto, Una porta si apre nel mio cuore, Una finestra si apre nella mia mente

Uno spazio si apre nel mio ventre

Ti vedo come sei

E ti accetto

Ciao e alla prossima idea per realizzare divertenti ed educative lezioni di yoga per bambini

Catia e Bee-atrix

P.S. L’immagine di apertura raffigura Bee-atrix nella posizione dell’aquila, un animale simbolo per gli Indiani d’America ( e poi dopo le api io amo tantissimo i rapaci, soprattutto le aquile!!!).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *